Morìa

Già nella Prefazione dedicata all’amico Tommaso Moro, Erasmo descrive il suo Elogio come uno svago per lo studioso di lettere, svago che però riserva delle sorprese per chi voglia intendere certe allusioni: “io ho lodato la pazzia, ma non proprio da pazzo” (Erasmo da Rotterdam, Elogio della pazzia, a cura di Tommaso Fiore, Einaudi, 1964, […]