Lectio «magistralis»

Forse sono io, per me stesso, ad essere «un cattivo incontro». Ma non «rinuncio al progetto», se è contemplato il fallimento. Perché, a un certo punto, «chissà Hegel cosa ha visto». E ci si precipita tutti a guardare il corpo del testo. Quel cadavere vivo, che deve sorprendermi ancora. →

Ai Mamiani

… A queste piagge | venga colui che d’esaltar con lode | il nostro stato ha in uso, e vegga quanto | è il gener nostro in cura | all’amante natura.

Il vero investigatore

True Detective, di Nic Pizzolatto. Americano, dalle origini italiane. Accademico, quindi hollywoodiano. Il mistero da risolvere è come sia possibile che riscuota successo la filosofia al cinema. Grande cinema per la televisione via cavo, tratto dalla letteratura. Sì, è «noir». Ma è filosofico. «Nero filosofico». E l’unico filosofo citato è Nietzsche, come per errore. Mistero. […]

Dormire (divertissement)

«Dormire, magari sognare». Amleto (atto terzo, scena prima) non può agire, perché ogni azione perde il proprio nome (non la si può chiamare «azione») se non è atto supremo, quello di piantarsi uno stiletto nel petto. E da che l’uomo ha coscienza, ha paura di morire perché non sa che cosa potrebbe mai sognare una […]

Malìa

Malìa è un libretto scritto da Luigi Capuana intorno al 1891. È disponibile in rete il testo originale integrale. Apprezzatissima tanto in lingua quanto nella versione in dialetto del 1902, l’opera di Capuana mette a nudo un coacervo di emozioni dure che si sciolgono nello spettatore – come anche nel lettore – assolvendo appieno alla più […]

Alla ricerca del tempo perduto

L’irrefrenabile desiderio che mi colse avviandomi agli ultimi volumi della Recherche di Marcel Proust fu – diverso da quello che mi avrebbe colto non appena finito di leggere le ultime parole – quello di sapere tutto di Marcel Proust stesso. Di cogliere la sua vita, di vedere foto che lo ritrassero, di appropriarmi di volti […]